Romanzo rosa di Stefania Bertola

Olimpia è una bibliotecaria zitella che decide di frequentare un corso su come scrivere un romanzo rosa in una settimana (una settimana e un giorno, in realtà, ma il perché è meglio che lo scopriate da soli).

Entra così, guidata dalla scintillante e colorata regina dei romanzi rosa Leonora Forneris, nel magico mondo dei Melody (i nostri Harmony) dove ci sono sempre tre situazioni tipo, dove lei è sempre bellissima e lui è sempre super sexy, dove si è sempre ricchi o si finisce col diventarlo. Le rivali sono sempre antipatiche, i rivali sono dei babbioni e la conclusione deve essere necessariamente una proposta di matrimonio, meglio se in un’atmosfera ben costruita (una spiaggia, davanti a un caminetto in una notte innevata, ecc.).

Un mondo perfetto e spietato che si amalgama, però, con la vita di tutti i giorni, dove si è semplici bibliotecarie e non si è mai vissuta la vera passione, se non in un lontano e alquanto sfumato passato. E anche le storie degli altri partecipanti al corso si fondono perfettamente con i Melody da loro inventati. Tranne per Olimpia, per lei è in serbo ben altro futuro letterario…

Un romanzo che se a prima vista sembra denigrare i romanzi rosa da edicola in realtà conferisce loro una certa dignità. Scopriamo che hanno delle regole che vanno rigorosamente rispettate, meccanismi oliati e sempre funzionanti. La lettrice di Melody è a suo modo esigente e non vuole scherzi e sorprese.

Ho riso dall’inizio alla fine. Ironico, intelligente. Quello che ci vuole per questi giorni afosi e, per chi ci va, da portare in vacanza. In quelle vacanze dove non si vuole pensare proprio a niente. Forse possiamo rimproverare all’autrice di non aver approfondito abbastanza i personaggi che pure sembravano avere molte potenzialità (Olimpia in primis), ma poi il romanzo non sarebbe più stato ‘rosa’, ma eccessivamente ‘romanzo’ e di storie tristi, di amori finiti male e di solitudini ne siamo pieni fino al collo e il libro avrebbe perso la sua leggerezza.

Romanzo rosa va bene così. Con la giusta dose di freschezza che, si sa, fa sempre bene.

Ti potrebbero piacere anche questi:

Comments

comments

Rispondi