Mi attacco al tram – È stato un piacere!

Bus 57.
Due anziane signore si incontrano dopo molto tempo.
«Ciao! Come stai? Quanto tempo è che non ci si vede?»
«Ciao! Sto bene. Ma, davvero, da quanto tempo?»
«A casa tutto bene? La famiglia?»
«Sì, sì tutto bene!»
«Che ci fai in giro con questo tempaccio?»
«E sono dovuta andare a un funerale.»
«Un funerale? E di chi?»
«Te lo ricordi Antonio? Quello che abitava vicino a noi, al secondo piano?»
«Uh, Antonio? Mi dispiace? Quanti anni aveva?»
«75, un tumore. Fulminante.»
«Mi dispiace proprio. Tu ti ricordi di Gianna, la portinaia?»
«Sì, che ha fatto?»
«È morta anche lei, il mese scorso. Ma aveva 80 anni… nel sonno,» Sussurrando «3 giorni dopo l’hanno trovata!»
«Mammamia! Ho capito…  ma te lo ricordi Francesco? Quello del 6 piano che litigava sempre con la moglie? Un ictus, un vegetale. 72 anni.»
«Ma chi? Quello che urlava sulle scale da giù fino a sopra?»
«Sì, quello lì.»
«E … quello si è sempre agitato troppo. E la moglie come sta?»
«La Maruccia? È morta 6 mesi fa. Un aneurisma.»
«Ah, mi dispiace. Brava e santa donna…»
«Eh…»
«…»
«Io devo scendere alla prossima.»
«È stato veramente un piacere. Ti vedo bene. Sentiamoci qualche volta.»
«Sì, sentiamoci. Vediamoci. Un piacere anche per me.»

Ti potrebbero piacere anche questi:

Rispondi