Giorni da call center #12 – Ce l’ho la mail!

«Buongiorno prenotazioni!»
«Salve sono il signor Pincopallo, vorrei prenotare una rmn all’encefalo per cefalea.»
«Il 30 febbraio alle 15.00 le va bene?»
«Sì, va bene.»
«Perfetto, mi dica nome e cognome.»

Dopo aver diligentemente risposto a tutte le mie domande sull’anagrafica io e il signor Pincopallo abbiamo avuto un’interessante conversazione.

«Molto bene, signor Pincopallo, la prenotazione è confermata, se mi dà un indirizzo mail le mando la nota informativa e il consenso informato.»
«Sì, subito! Ce l’ho la mail!»

Pronunciato rigorosamente “mail” come si scrive e con un entusiasmo sospetto.

«Mi dica.»
«Allora… eccolo qua: pop.gmail.com.»

Lo sapevo.

«… mhhh, ehm, beh… … questo non è un indirizzo mail, signor Pincopallo, è l’indirizzo del server di gmail per ricevere la posta.»
«Ah, sì? Che ha detto? No, guardi che si sbaglia, questo è il mio indirizzo mail.»
«È sicuro di non avere da qualche altra parte un vero indirizzo? Ci dovrebbe essere la chiocciolina in un indirizzo mail.»
«Uh, ma perché insiste? Le dico che è questo!»

Sentendolo sicuro di sé e sensibilmente irritato, non ho potuto far altro che assecondarlo e fare finta di avergli davvero inviato una mail.

Aspetto con ansia il reclamo che farà per non averla mai ricevuta.


73d0057fee27a3549101a2d71b67aba3

Ti potrebbero piacere anche questi:

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.