All’ombra di Julius – Elizabeth Jane Howard

All'ombra di Julius

Anni Sessanta, Esme, Cressy ed Emma sono tre donne che vent’anni fa hanno subito una perdita: Julius, marito di Esme e padre di Cressy ed Emma, morto compiendo un atto eroico.

Esme, in realtà, di perdite ne ha subite due, perché dopo la morte di Julius, anche il suo, più giovane, amante Felix la lascia, per arruolarsi. Esme reagisce a questo dolore rifugiandosi nella routine domestica e fermandosi ai ricordi.
Cressy è bellissima e vedova e alla continua ricerca di amore, per le persone sempre più sbagliate, “perdendosi” di vista. Emma, che lavora nella casa editrice di famiglia, invece, sembra non volersi sposare affatto.

All’ombra di Julius si svolge nel tempo di un weekend che Esme, Cressy ed Emma passeranno insieme. Con loro ci sono Felix, quello che è stato il giovane amante di Esme che ora è tornato a farsi vivo e a scuotere il solitario equilibrio di una donna sulla soglia dei sessanta, e Dan, un perfetto estraneo, con i suoi tormenti, che Emma ha deciso di portare con sé.

Un weekend a stretto contatto durante il quale si svelano altarini di sentimenti e si rompono e si ricostruiscono equilibri. Tutto all’ombra di Julius e della sua enorme, pesante, assenza.
Julius, che conosciamo poco attraverso spizzichi e bocconi di ricordi, è una presenza costante proprio perché è assente.

La Howard scrive un romanzo sui sentimenti, dai più puri ai più contrastanti. Un romanzo sugli equilibri, sui tradimenti e sulle mancanze. L’amore che arriva al momento sbagliato, l’amore che va via nel momento sbagliato. Sulle convinzioni che i personaggi hanno sull’amore e che invece sono sbagliate. I condizionamenti che subiamo sempre per amore, le scelte che facciamo per questo.

Sopra tutto, la lucidità e l’intelligenza di una scrittrice che a me piace tantissimo, che ci ha conquistati tutti con la saga dei Cazalet e che si conferma bravissima a raccontare i sentimenti, le storie, le vite.

Ti potrebbero piacere anche questi:

Comments

comments

Rispondi